Stefania Giardina (01 Agosto 2017 AMAZON) Un racconto che ho letto tutto d’un fiato, molto significativo e profondo per le tematiche attuali affrontate.
Mi è quasi dispiaciuto finirlo subito.
La penna della scrittrice è accattivante, ho già iniziato il suo romanzo “bieco accordo” e non posso far altro che confermarne le potenzialità.

Sole e Luna blog per scrittori e case editrici (30 Aprile 2017 AMAZON) Oggi vorrei parlarvi del racconto scritto da un membro del nostro staff: Angela Gagliano.
Il titolo è “Pelle di parole”, la storia è quella di una ragazza che fa fatica a farsi accettare dai suoi genitori e che non riesce a guarire da un grave disturbo che la tormenta da troppo tempo. Angela ripercorre le sue vicissitudini partendo dal presente per poi fare un tuffo nel suo passato. DENTRO PIOVE, FUORI SOLE. La protagonista ha sicuramente un carattere non facile e la rigidità dei suoi genitori – soprattutto di suo padre – non le permettono di rivelarsi, di farsi conoscere per ciò che è. Quando un giorno suo padre entra nella sua camera inaspettatamente, tutto cambia. Lei è stata scoperta, la sua intimità è stata violata. Comincia per lei una crisi che sembra non aver fine, e che è molto tragica. Il lettore vive questo periodo con molta apprensione e teme che capiti qualcosa di brutto alla ragazza. L’unica persona disposta ad aiutarla e a condividere con lei questi momenti è la sua amica Elisa, una ragazza con un pesante passato alle spalle, una vicenda familiare capace di farci accapponare la pelle.
Siamo di fronte a due ragazze con problemi che loro percepiscono come insuperabili, forse perché non riescono a palesarli dinanzi alle persone care. Cercano di sorreggersi a vicenda, ma non sempre una persona può bastare a supportare un’altra in difficoltà.
Commettono diversi errori, alcuni dei quali, lo si capisce dalla storia, causati anche da genitori troppo ottusi.
Angela Gagliano racconta le vicende di due ragazze che non sono fuori dal tempo ma che potrebbero ricalcare quelle di due adolescenti di oggi, che spesso non riescono a reagire, che non si sentono accettati, che enfatizzano i propri problemi e che si sentono tremendamente soli. Lo fa con grande abilità, tenendo il ritmo della storia sotto controllo, con uno stile fresco e accattivante, molto veloce. Frasi brevi ed essenziali, spesso taglienti. Non giudica i comportamenti dei suoi personaggi, lascia al lettore trarre delle proprie impressioni.
Un breve racconto ben riuscito e calibrato, con un finale poco inatteso ma forse inevitabile.

Arianna Botti (17 Aprile 2017 AMAZON) Un racconto forte, toccante e profondo così come i temi trattati. Avrei voluto che fosse un romanzo per poter conoscere di più i personaggi, comunque ben indagati nella loro sfera psicologica, nelle loro fragilità ma anche nella forza e nel coraggio. Una scrittura emozionante che nasconde una notevole capacità. In poche pagine si ritrova tutto: la fame di affetto, la fame vera, le madri, l’amore, la religione con le sue contraddizioni e la speranza di potercela fare.

13582230_10210148852782508_1075008056_oAlessia (26 Marzo 2017 AMAZON)Mi ha colpito la forza che ogni personaggio impiega, a suo modo, per cercare di “tornare a galla” dopo aver provato dolore. Consiglio la lettura anche a chi, come me, non ha mai letto nulla di questo genere. Il finale è davvero incalzante. 13582230_10210148852782508_1075008056_oMarco Armici (25 Gennaio 2017 FACEBOOK) E se il Demonio decidesse di giocare con le anime di cinque persone per redimere la propria? E se queste non avessero scelta perché a loro volta devono redimere le proprie?
Voi come reagireste se foste una di queste?
Bieco Accordo: il male banchetta al terzo piano è un romanzo scritto con stile, che incolla il lettore sino all’ultima pagina.
Cinque anime, ognuna diversa, ma uguale a suo modo, che toccano il fondo della loro esistenza.
Cinque storie, ben narrate e strutturate. Ambientazioni descritte con cura. L’apocalisse fa da cornice a una vicenda cupa che nasconde al suo interno sesso, amore e amicizia. Questi sentimenti spingeranno i cinque personaggi a scontrarsi con la malvagità subdola di Lucio Urbano Teschio, un antico demone, e Lucilla, la sua musa.
Il destino dell’umanità è appeso a un filo, troppo teso per resistere sino alla fine del romanzo.
Brava Angela, i più sinceri complimenti!

13582230_10210148852782508_1075008056_o

Fabrizio Bonati (10 Novembre 2016 AMAZON) Semplicemente GRANDE! La storia è articolata bene, i personaggi sono ben delineati, rendono l’idea del loro aver toccato il fondo. Dentro di loro si agitano demoni che altri nemmeno riuscirebbero ad immaginare. È una storia di coraggio, di scelte dolorose ma necessarie. Brava!!

13582230_10210148852782508_1075008056_o

Licia Bocchiola (27 Ottobre 2016 AMAZONSintesi: sono partita prevenuta ma mi sono dovuta piacevolmente ricredere!
Non avevo mai letto un libro che non fosse un best seller da libreria multipiano. Ho acquistato “Bieco Accordo” consigliata da un’amica e alla fine me lo sono letta tutto d’un fiato.
Il libro è un horror a tutti gli effetti che scandaglia la mente umana e tutti i mostri e tutte le paure che la occupano. A questo, si unisce il tema della potenza della parola scritta e della responsabilità di ogni mano che sta dietro a una tastiera o a una penna. Il ritmo della narrazione è veloce, incalzante e invoglia a proseguire la lettura e a scoprire le vicende dei personaggi.

13582230_10210148852782508_1075008056_o

Utente di Amazon (14 Ottobre 2016 AMAZON) Splendido libro, trama accattivante, narrazione veloce e incalzante. Cinque personaggi diversi, ben analizzati, legati da un destino comune che li porta a riscoprire una forza da tempo dimenticata. Ho apprezzato molto la storia, originale e diversa dal solito, e i colpi di scena disseminati per tutto il romanzo.

13582230_10210148852782508_1075008056_o

Laura (20 Settembre 2016 AMAZON) Oggi recensisco l’ultimo romanzo di Angela Gagliano, un fantasy dalle scene cupe in cui il male banchetta amabilmente con il bene.
Cosa significa? Che in ogni parte, come ci viene detto da uno dei personaggi, c’è un seme dell’altro. Non esiste male senza bene e viceversa, entrambi sono parte della realtà che viviamo.
In questo romanzo Angela ci presenta cinque personaggi, ognuno con il proprio vissuto. Uomini e donne affondati nell’abisso del rancore, della disperazione e del non ritorno.
Marco Martelli, Dante Vetta, Alberto Forgia, Cassandra Reale, Ottavio Orlandi, cosa accomuna questi cinque personaggi?
Un uomo. Lucio Urbano Teschio, un fantomatico editore, in apparenza, ma chi è in realtà questo strano personaggio?
Tutti e cinque i nostri protagonisti hanno sofferto, chi per la morte del marito, chi per un male incurabile, tutti sembrano aver toccato il fondo e cercano nel contatto con l’editore un modo per dare una svolta alla loro vita, per riprenderla in mano e provare a ripartire. Al primo incontro li aspetta Lucilla, l’avvenente segretaria di Lucio che porge loro un liquido rosso da bere, un succo dissetante che li farà cadere nel vortice dell’occulto.
Come vi sentireste se, all’improvviso, e senza alcuna spiegazione logica, vi trovaste a vivere ciò che avete scritto in quello che crederete essere il romanzo della vostra vita?
I nostri protagonisti reagiranno a modo loro, ma saranno costretti a unirsi per fermare Lucio Urbano Teschio. Ci riusciranno? Il male sarà fermato? Queste sono le domande che il lettore si pone, ma io credo che ce ne sia una più importante di tutte le altre che merita una risposta. I protagonisti di questa storia, riusciranno a uscire dall’oblio? Potranno riappropriarsi del proprio futuro e ricominciare a vivere?
Il romanzo di Angela ha sicuramente una morale molto importante che è quella che non ci si può lasciar travolgere dagli eventi, nemmeno da quelli da cui sembra non esserci via di scampo. La vita che ci hanno concesso è una soltanto e merita di essere vissuta fino in fondo.
Il ritmo con cui questa vicenda viene narrata è incalzante, Non riuscirete a smettere di leggere una volta iniziato il romanzo. Il susseguirsi di eventi e l’aprirsi di nuovi scenari vi terranno incollati alle pagine.
Angela ha una penna pulita che accresce il valore di questo libro.
I personaggi sono fantastici. L’autrice ne delinea le personalità con grande maestria, tanto che ognuno di loro sembra un vicino di casa. Ci si addentra nella loro personalità e si prova empatia, cosa che ritengo essenziale per la buona riuscita di un romanzo.
Non posso che consigliarvene la lettura e invitarvi a lasciare una vostra opinione per questa bravissima scrittrice che sono certa ha ancora tante storie da raccontarci!

Pantheos II - L'extra senso da Angela Gagliano

Esiopoi (ABOOKS.TRADE) Ottimo libro di un’autrice emergente che sicuramente farà parlare di sé.
Dopo il primo libro finalmente ecco la possibilità di leggere la continuazione della storia in questo secondo volume, trama interessante con molti elementi che sanno appassionare gli amanti di questo genere di romanzi, originale il punto di vista per una volta dalla parte di quelli che andrebbero considerati “cattivi”.
Molto buono lo stile di scrittura fluente ed accattivante… Insomma imperdibile, soprattutto a questo prezzo!

13582230_10210148852782508_1075008056_o

Stefano Gelati (02 Agosto 2016 AMAZON) Cinque. Come le punte del pentacolo. Cinque persone, cinque storie, cinque abissi di dolore e colpa. Si dice che toccato il fondo si possa solo risalire. Ma Angela ci fa capire, con alcune pennellate violente e geniali, che il fondo non c’è. Che la forza di risalire sta in una piccola scintilla nel buio, alla quale si rivolgono disperati i lettori nel momento in cui la catastrofe soffia dalle pagine del romanzo. Un romanzo dark, heavy metal, glaciale e sulfureo, fratturato e plumbeo. Il ritmo è infernale e lirico, le soluzioni mozzafiato, non mancano ironia e valori morali. Ma soprattutto, cara Angela, ci siamo resi conto che al di là di essere una scrittrice matura e avvincente, sei qualcos’altro ancora. Sei un genio del male. Mwahahahahahahahaha….

13582230_10210148852782508_1075008056_o

Maurizio (01 Agosto 2016 AMAZON) Bieco accordo è un romanzo che contiene diversi aspetti classici della narrativa fantastica. La lotta fra il bene e il male, la “rocca” del cattivo di turno, e così via. Ma questi elementi si inseriscono con tale naturalezza nella narrazione da rivalutarsi come valore aggiunto. E allora i protagonisti sono persone gettate nel fango dalla vita, in cerca di un modo di far sparire il dolore. E i “cattivi”, in fondo, cercano a loro modo le stesse cose, un cambiamento, un desiderio. Lucio Urbano Teschio e la sua segretaria sono probabilmente i migliori personaggi del romanzo.
Una storia di riscatto e dannazione. Un pendolo fra questi due estremi o, forse, la loro coesistenza nel tempo, a formare il contrasto della vita di tutti i giorni.

Parole in scatola (16 Maggio 2016 AMAZON) Il racconto ha un linguaggio preciso, un ritmo serrato e sicuro. La storia è un intreccio di pensieri, eventi e parole non dette, parole che uccidono, segnano l’animo, parole scomparse e disegnate nel destino dei personaggi. Leggere questo racconto richiede una soglia di attenzione piuttosto alta, non perché sia di difficile comprensione, ma perché è tutto strettamente collegato e i pensieri della protagonista viaggiano tra passato e presente. Ci si immerge in queste parole e in questo mondo confuso e lineare allo stesso tempo.
Ve lo consiglio! La copertina è perfetta e se leggete il racconto lo capirete presto!
Troverete la recensione completa sul mio blog Parole in scatola.
 Grazie Angela per avermi fatto leggere il tuo racconto in tempi non sospetti e per avermi fatto fare la mia prima mini recensione 🙂
Parole in scatola 🙂 (Giulia)

Simona Lonato (05 Maggio 2016 GOODREADS) Questo libro ti butta nella più completa disperazione!! Racconta la storia di una ragazza con disturbi alimentari, lesbica, costretta a vivere in una società piena di pregiudizi!! Ho sofferto come la protagonista…..parola per parola. Un libro vero, profondo…l’unica pecca troppo corto….Mi sarebbe piaciuto conoscere l’evolversi della situazione!! Brava!!

Da bere tutto d’un fiato. . Una breve storia con un buon finale. Ben fatto e fluibile nel leggere e immaginare la storia narrata

(AMAZON) Dal titolo ci si immagina chissà quale mostro famelico. .. ma….! Storia ben fatta e coinvolgente che ti fa entrare in un mondo tuo e ti ci lega per fartici restare

Pelle di parole - copertina

Dylan Berro per Sole & Luna Blog (08 Settembre 2015) La protagonista ha sicuramente un carattere non facile e la rigidità dei suoi genitori – soprattutto di suo padre – non le permettono di rivelarsi, di farsi conoscere per ciò che è. Quando un giorno suo padre entra nella sua camera inaspettatamente, tutto cambia. Lei è stata scoperta, la sua intimità è stata violata. Comincia per lei una crisi che sembra non aver fine, e che è molto tragica. Il lettore vive questo periodo con molta apprensione e teme che capiti qualcosa di brutto alla ragazza. L’unica persona disposta ad aiutarla e a condividere con lei questi momenti è la sua amica Elisa, una ragazza con un pesante passato alle spalle, una vicenda familiare capace di farci accapponare la pelle.

Siamo di fronte a due ragazze con problemi che loro percepiscono come insuperabili, forse perché non riescono a palesarli dinanzi alle persone care. Cercano di sorreggersi a vicenda, ma non sempre una persona può bastare a supportare un’altra in difficoltà.

Commettono diversi errori, alcuni dei quali, lo si capisce dalla storia, causati anche da genitori troppo ottusi.

Angela Gagliano racconta le vicende di due ragazze che non sono fuori dal tempo ma che potrebbero ricalcare quelle di due adolescenti di oggi, che spesso non riescono a reagire, che non si sentono accettati, che enfatizzano i propri problemi e che si sentono tremendamente soli. Lo fa con grande abilità, tenendo il ritmo della storia sotto controllo, con uno stile fresco e accattivante, molto veloce. Frasi brevi ed essenziali, spesso taglienti. Non giudica i comportamenti dei suoi personaggi, lascia al lettore trarre delle proprie impressioni.

Un breve racconto ben riuscito e calibrato, con un finale poco inatteso ma forse inevitabile.

Pelle di parole - copertina

Monica (28 Luglio 2015 AMAZON ) Letto in… Boh…15 minuti? Mi è piaciuto molto, mi è piaciuto il tema trattato e il punto di vista della voce narrante, palesemente intelligente anche se debole. Il tema dell’omosessualità mi è molto caro, e sono d’accordo con quasi tutti i pensieri della protagonista, anche se non capisco come abbia fatto ad innamorarsi di Elisa.
Unica pecca: un po’ troppo corto, mi sarebbe piaciuto leggere di più e scavare ancora questi temi così crudi e interessanti. Molto bello!

Pelle di parole - copertina

Amazon Customer (6 giugno 2015 AMAZON ) curato e convincente. di sicuro troppo breve. è un breve momento della vita di una persona che si trova sul ciglio di un baratro. il momento della scelta e il motore del cambiamento sono tutto quello sappiamo di questa persona. forse con più spazio non avrebbe avuto lo stesso potere, forse è un bene che sia così.

coertina

Marghe (15 giugno 2015 IBS) Chi legge i libri di Angela non rimane mai deluso. L’autrice è in grado di creare romanzi di diverso genere, ma in ognuno è racchiusa passione, capacità di catturare l’attenzione del lettore, storie affascinanti e a volte complesse. Il Profanatore di Mondi è un misto di sensazioni, ambientazioni, personaggi stravaganti, emozioni; è, in poche parole, tutto ciò che un accanito lettore sta cercando. Io, amante del genere fantasy, ho trovato, nei primi capitoli del libro, qualcosa che mi ha ricondotta alla fantasia di Michael Ende ne “La Storia Infinita”. Sarà per i personaggi bizzarri e molteplici, i luoghi irreali, le atmosfere magiche. Si tratta di un parere del tutto personale, ma ho voluto comunque renderlo noto per chi si affacciasse per la prima volta ai libri di Angela. Come in tutte le sue opere, l’amore gioca un ruolo fondamentale nelle vite dei personaggi, e ne “Il Profanatore di Mondi”, di certo non manca. Ma forse è proprio questo il grande pregio di Angela, i sentimenti forti che è in grado di trasmettere attraverso le sue parole, le emozioni che, inevitabilmente, ti “incollano”, per così dire, al libro che hai sotto mano e che sino all’ultima parola ti legano ad esso.

Pelle di parole - copertina

Giuseppina Vitale (20 maggio 2015  AMAZON) Eccomi qui finalmente a lasciarti la mia opinione. Nonstante sia piccolo, questo testo è un misto di emozioni coinvolgenti. Faccio i miei complimenti ad Angela, per aver descritto delle emozioni così forti senza essere mai banale!

Pelle di parole - copertina

Cucè Alessia (11 maggio 2015  AMAZON) Ho letto in pochi minuti questo testo breve, quasi il tempo di un respiro che mi ha fatto riflettere su realtà come quella descritta dall’autrice. Commovente e assolutamente attuale, energico e triste. ci sarebbero una marea di aggettivi per descriverlo. In poche pagine mi sono immaginata senza alcuna difficoltà l’intera vita delle protagoniste. Eccellente e consigliatissimo. Complimenti.

Pelle di parole - copertina

Daniel (10 aprile 2015  AMAZON) Innanzitutto…GRAZIE. Per essere riuscita a descrivere le sensazioni di un amore “speciale” senza scadere nella retoria o nel cattivo gusto. […] Nel complesso, dovendo dare un voto e un giudizio (da lettore, prima che da scrittore dilettante), darei un 7 e mezzo pieno, e un giudizio pressoché totalmente positivo!
Brava! Sfida accettata nel leggerti, e vinta appieno!

Pelle di parole - copertina

Leti Zia (09 aprile 2015  AMAZON) Ho avuto il piacere di leggere questo breve ma intenso racconto, in poche pagine l’autrice e’ riuscita a trasmettermi molte emozioni, specialmente nell’ultima parte.
Anche la copertina secondo me azzeccatissima..Spero di leggere qualcos’altro di suo

Pelle di parole - copertina

Angela(08 aprile 2015  AMAZON)
E’ il primo lavoro che leggo di questa autrice e ne sono rimasta colpita. La maestria nel raccontare delle problematiche così delicate, in maniera chiara e attenta mi ha veramente emozionato. Mi sarebbe piaciuto che fosse stata sviluppata di più questa storia, nel bene e nel male. Comunque un bel racconto da leggere sicuramente!
Pelle di parole - copertina
Danila Battisti (06 aprile 2015  AMAZON)
Terribile, perfetto, diretto. Lo stile è talmente pulito che arriva senza ostacoli direttamente al cuore, senza bisogno di elaborare, in una maniera così semplice e violenta ! Un amore “ignorante”. nel senso che ignora le differenze, le diffidenze ,i limiti …che condanna …che salva !
Pelle di parole - copertina
Marialuisa Moro (06 aprile 2015  AMAZON)
Un racconto che colpisce, sia per le tematiche molto attuali, che per il linguaggio così crudo, essenziale, senza fronzoli, che ho trovato molto adatto alla personalità della protagonista, che narra in prima persona. I personaggi sono ben caratterizzati attraverso dialoghi realistici. […].
Pelle di parole - copertina
Myky (04 aprile 2015 email al sito)
Ho letto il tuo racconto e ho ancora gli occhi umidi. E’ scritto bene, pieno d’amore e di tristezza, di disperazione e di solitudine. Non ho commenti negativi, il tuo modo di scrivere è senza fronzoli, come piace a me per cui posso solo dire che devi insistere, qualcuno capirà il tuo valore e anche se non lo capiscono fregatene, continua a scrivere e a provarci e riprovarci.
Tu descrivi un amore infinito, e anche un dolore infinito, alla fine l’amore ha vinto, quell’amore incondizionato e anche un pò folle, e comunque il dono è arrivato a destinazione. Ti ringrazio per questo regalo che hai voluto farmi, non leggevo una storia cosi intensa e bella da molto tempo.
Pelle di parole - copertina
Allie Walker (03 aprile 2015  AMAZON)
Seppur breve e con argomenti ormai letti e riletti, Angela è riuscita a emozionarmi. E’ una lettura veloce, sia per le pagine che per il ritmo narrativo che non è mai lento. Ho apprezzato molto i flashback, anche se avrei preferito che approfondisse raccontando in maniera più dettagliata il trascorso. La questione di un amore diverso, non accettato da una società bigotta, oltre che dalla propria famiglia, si coglie alla perfezione, così come l’anoressia. C’è poi quel dolore, in sottofondo, di una madre che si sente più diversa della propria figlia, che fa di tutto per amarla, fino alla fine. Non avevo mai letto nulla di questa Autrice, ma ne sono stata benevolmente colpita, a partire dalla copertina che è meravigliosa.

Pelle di parole - copertina

Anna Angelica Godoli (1 aprile 2015 email al sito) Ho appena finito di leggere il racconto, all’inizio pensavo che non fosse il mio genere, ma dopo la seconda pagina non sono più riuscita a staccarmi.
Il linguaggio e il tuo modo di scrivere è diretto, ma racchiude molti più significati di quanti se ne possano leggere a primo impatto (insomma, adoro come scegli le parole). La storia è tristissima, ma allo stesso tempo ha qualcosa di fragile e dolce, alla fine stavo pregando che tornassero insieme, ma penso che il finale che hai scelto tu fosse il più giusto e coerente.  In sintesi l’ho davvero adorato, non saprei che altro dire.

Pelle di parole - copertina
Stefy (1 aprile 2015 email al sito) Ho letto tutto d’un fiato il racconto.  Non si può leggere in altro modo. Mentre
leggevo era come se stessi guardando un film, tanto la scrittura è nitida,  precisa, ma al tempo stesso così delicata da lasciarti sentire il malessere della protagonista. Non posso che farti i miei migliori auguri per la tua passione per la scrittura, continua così.
Pelle di parole - copertina
Gessica Lenoci (29 marzo 2015  AMAZON) Racconto breve da leggere tutto d’un fiato di una giovane scrittrice di talento, ricco di descrizioni, profumi, colori … emozioni della protazionista. Mi sono immersa nella lettura e ho vissuto un film, anche se breve. Vorrei leggere il seguito, capire come va a finire….
Pelle di parole - copertina
Serena (14 marzo 2015  AMAZON) Sono una lettrice incallita ed onnivora, felice della straordinaria disponibilità di testi degli ultimi anni. Peccato che all’incremento quantitativo non sia corrisposto quello qualitativo: sempre più spesso, soprattutto se si tratta di autori sconosciuti o emergenti, purtroppo mi ritrovo a sbadigliare, quando non ad inorridire o a mollare la lettura per la disperazione.
Con i lavori di Angela non sono mai rimasta delusa. Quando la leggo, regolarmente qualcosa mi sorprende o emoziona o entrambe le cose. Anche a tradimento. Mi accade anche, con una certa frequenza, di pensare “accidenti, questo avrei voluto scriverlo io”. Cosa può capitare di più bello a chi ama le storie, la lettura, la scrittura?
“Il silenzio bussò alla mia porta. Lo feci accomodare, ma misi le cose in chiaro: non c’era cibo, il caffè sapeva di muffa e le sigarette erano mie.”
“Pelle di parole” è un racconto che funziona bene. La struttura circolare e i flashback sono ben gestiti, anche se a volte avrei inserito qua e là qualche indicatore più chiaro dei salti temporali. Comunque ci siamo, le tessere del mosaico si ricompongono armonicamente, il lettore riceve le sue risposte e resta soddisfatto.
Mi ha intenerita la sciocca dolcezza di Elisa, ho ammirato l’amara intelligenza della voce narrante. Mi è piaciuto (deformazione, ehm, professionale?) il modo in cui Angela colloca sullo sfondo l’amore materno, forse imperfetto e limitato ma sempre presente, con quel “ti vengo a prendere” finale che mi ha fatto venir voglia di urlare “ma dai, non lo vedi che ti vuole bene?”. Mi è piaciuta la fisicità che permea la narrazione; potrebbe influire il fatto che io sia una donna, perché questa è una storia di donne, ma sono più propensa a credere che il corpo si “senta” qualunque sia il sesso di chi legge.
“Pelle di parole” è una lettura che merita e io ho dato quattro stelle invece che cinque solo per due ragioni: qualche imperfezione sia nel testo che nel prodotto editoriale (sul mio Kindle, per esempio, il titolo si è aperto spezzato su due pagine) e la certezza che Angela non abbia ancora toccato il vertice delle sue potenzialità, nemmeno in questo bel racconto. La conosco e con altri testi mi ha emozionata ancora di più, e questo non è un commento da rompiscatole del laboratorio di scrittura, ma da lettrice affezionata.
 Pelle di parole - copertina
Gioia (14 marzo 2015  AMAZON) Ho letto con piacere questo racconto breve ma talmente intenso di emozioni da far scorrere i brividi sotto pelle. Una bella scrittura fluida che ha ben evidenziato diversi argomenti molto attuali: l’anoressia, il lesbismo, e il rapporto genitori-figli. Una bella prova. Complimenti all’Autrice.
Pelle di parole - copertina
Laura (11 marzo 2015 AMAZON) Di facile lettura e comprensione. È un racconto coinvolgente che tratta di argomenti sempre più realistici. Molto carino, Complimenti alla scrittrice.
Pelle di parole - copertina

Maurizio (8 marzo 2015  AMAZON) Spesso non ci si rende conto di quanto scrivere racconti sia complesso. Nel romanzo c’è tempo e spazio per dilungarsi, spiegare, nel racconto no. Gagliano ha equilibrato bene il detto e il non-detto, ha giostrato in maniera ottimale i flashback, le introspezioni, i dialoghi. Un racconto che non sa di vecchio, che è posato nell’oggi e nonostante questo privo di quella frivolezza che molti vogliono lasciarci intendere.

Pelle di parole - copertina
Dari3s (8 marzo 2015  AMAZON) E’ la prima volta che leggo qualcosa di non-fantasy scritto da Angela Gagliano e devo dire che ho molto apprezzato. Il racconto, seppur breve, é davvero molto intenso. Lo consiglio e aspetto il prossimo! 😉

Pelle di parole - copertina

Gion (08/03/2015 AMAZON) Questo racconto l’ho letto proprio volentieri e devo dire che non mi ha deluso. Le storia è ben scritta e si intreccia in modo imprevedibile, la quale mostra non solo il suo lato forte, ma anche la sua fragilità.
415rAEkWSOL._AA258_PIkin4,BottomRight,-43,22_AA280_SH20_OU29_
Traz (27/02/2015 email al sito)Ho preso una copia di Pantheos all’ultimo Pandino […] l’ho trovato veramente coinvolgente, arrivavo da un periodo in cui il fantasy mi stava stancando e faticavo un po’ più del mio solito a terminare la lettura dei libri. Il tuo l’ho letteralmente divorato. Ho sfruttato quasi tutto il mio tempo libero per attaccarmici. È scritto molto bene, mi è piaciuta molto anche l’idea delle crisi per poter introdurre i flashback dal passato, l’ho trovata veramente azzeccata. Non sono così frequenti e comunque non “appesantiscono” la lettura. […] Ovviamente la dovrò rileggere per quando avrò il seguito ma aspetterò che tu abbia pubblicato il terzo (non sopporterei di dover interrompere nuovamente la lettura) quindi sbrigati per favore 😛 […]
Pelle di parole - copertina
Nicola Rocca (24 febbraio AMAZON) Premetto che sono un amante dei racconti brevi, in modo particolare dei generi thriller e noir.
“Pelle di parole” non rientra appieno nel mio genere preferito, nonostante questo è riuscito a tenermi incollato a sé dall’inizio alla fine. E’ un racconto che si snocciola a poco a poco, affrontando una tematica molto delicata come l’anoressia. Una tematica purtroppo attualissima, anche se i media non ne parlano mai abbastanza. Forse perché su questa malattia è stato detto già tutto.
Angela Gagliano, però, spiazzando tutti, è riuscita ad affrontare questo tema delicato in un modo nuovo. Un modo ORIGINALE. Il suo. Facendo leva sugli stati d’animo della protagonista, ha permesso al lettore di immedesimarsi in lei, e di vivere appieno le sue sofferenze.
Un racconto che mi sento di consigliare a chiunque voglia navigare in una mezz’oretta di piacevole lettura. Un racconto dal filone drammatico che, a mio parere, si conclude con una sfumatura noir.
Complimenti all’autrice! A rileggerla!
Pelle di parole - copertina
Fabrizio Bonati (23 febbraio AMAZON) Gran bel racconto! Sembra proprio di sentire il dolore della protagonista, è toccante e coinvolgente, brava, Complimenti all’autrice, ottimo lavoro!
Pelle di parole - copertina
Luca Cecere (22 febbraio AMAZON) Che dire? Bisogna leggerlo, Il libro tratta un tema molto attuale con un finale assolutamente non scontato. Ho letto diversi libri di questa Autrice e devo ammettere che ” Pelle di parole ” si avvicina al genere da me preferito.
Pelle di parole - copertina
Stefano Gelati (22 febbraio AMAZON) Respiri profondi e parole taglienti, superfici lucide che riflettono malesseri abituali. Genitori che rovinano un figlio con una frase malaccorta, e l’eredità è di tutti coloro che guardano e sentono queste voci.
Pelle di parole - copertina
Rayma (22 febbraio AMAZON) Molto diverso rispetto al tipico genere letterario di Angela, ma non meno affascinante. Questa autrice è in grado di spaziare dal Fantasy alla drammaticità della realtà che ci circonda. Il suo modo di scrivere è infallibile e toccante. Ogni scrittore emergente dovrebbe imparare a scrivere da lei!
Pelle di parole - copertina
Armida Tassoni (19 febbraio 2015 SITO) Mi è piaciuto molto!!! veramente toccante! Riesci sempre a farmi diventare partecipe dei tuoi capolavori, a sentire ciò che provano i tuoi personaggi e a ciò che provi tu mentre li crei!!! veramente complimenti!
Pelle di parole - copertinaUtente di Amazon (16 febbraio 2015 AMAZON) Un testo doloroso, soffocante, ma che ti costringe ad andare avanti per vederne la fine. Una affannosa ricerca di amore per chi di amore si sente privo ma di amore è insaziabile. Una convincente prova di una giovane scrittrice.
coertinaStefano Gelati (9 febbraio 2015 AMAZON) Che cosa succede ai nostri sogni quando ci svegliamo la mattina? Che cosa fanno i personaggi che incontriamo nella fase onirica della notte, mentre noi facciamo colazione, andiamo al lavoro, viviamo nel mondo reale? Abbiamo il diritto di negare loro carattere, volontà, fantasia, spazi, mondi in cui vivere la propria esistenza, solo perchè nel nostro delirio di onnipotenza crediamo di poter fare a meno di loro, solo perchè il più delle volte ce li dimentichiamo? Angela Gagliano, con il suo romanzo “Il profanatore di mondi”, risponde a queste domande. […] Il libro non lascia un momento di fiato: ora è un incontro con un personaggio dal carattere unico, ora un paesaggio sorprendente, ora una città affascinante e misteriosa, ora un terribile fenomeno magico, e nel frattempo, si svolge la tormentata storia d’amore tra Sol e Sam, contrastata dal provenire da lati opposti della realtà, e rafforzata da un’attrazione magnetica, reciproca, improvvisa, inarrestabile, ma anche inspiegabile e insondabile, come nel detto “se è per la bellezza, è passione; se è per la ricchezza, è interesse; se è per l’intelligenza, è ammirazione; se non si sa perchè, è amore.” Lo stile di Angela è fantasioso, fatto di pennellate emotive veloci, di rapida introspezione e rapporti complessi. Ma ciò che più arricchisce, nel suo racconto, sono i mondi, i personaggi, le creature, gli oggetti, ognuno dei quali ha un’anima, un calore, una musica tutte sue, dai fiori ai castelli, dai ladruncoli zingari ai principi reggenti.
Pelle di parole - copertinaALESSIA (11 febbraio 2015 AMAZON) Nonostante sia un breve racconto, il modo in cui è steso ti catapulta subito nella situazione.
In poche pagine si riesce a intuire la lunga storia che sta dietro ai protagonisti e, una volta terminato, ti sembra quasi di conoscerli.
Aspetto la prossima uscita!

Pelle di parole - copertinaSPETNAZ (10 febbraio 2015 AMAZON) Ho seguito questa autrice dall’inizio della sua carriera e noto in Pelle di Parole, nonostante sia semplicemente un racconto, una maturazione dello stile davvero forte. L’incipit vale moltissimo, così la capacità di saper comunicare forti emozioni. Forse questo può essere lo stimolo a scrivere un romanzo che guardi alla vita reale invece che ai temi fantastici precedentemente toccati da Gagliano.

Pelle di parole - copertinaLUCREZIA (9 febbraio 2015 AMAZON) Che dire…a mio modo di vedere un altro successo di questa giovane autrice..credo fermamente che abbia un grandissimo talento..bellissimo racconto…toccante…e come al solito scritto in modo impeccabile…non vedo l’ora di leggere altro e altro e altro….

coertina

Pelle di parole - copertinaVERONICA (31-01-2015 IBS) Ho quindici anni e mi piacciono le storie d’amore per questo ho scelto di leggere questo libro. Non mi aspettavo di provare un’emozione così forte, forse perché oggi è diventato difficile credere che sia ancora possibile stare insieme così. Molto bello, vi consiglio di leggerlo. coertinaLa Giada (19-01-2015 IBS) Ho acquistato il romanzo al Lucca Comics direttamente allo stand dell’autrice. L’autrice mi ha dato l’impressione di essere un’esordiente piena di entusiasmo, oltre che molto cordiale. Ho trovato la lettura piacevole, la trama originale e mi sono piaciuti i personaggi, ciascuno con il loro carattere e che ho trovato descritti molto bene. Ho immaginato ogni scena come se quei posti esistessero davvero. Mi batteva il cuore durante alcuni passaggi della storia e questo è quello che ho apprezzato di più. Mi ha coinvolta così tanto che ho convinto mia figlia a leggerlo e insieme lo abbiamo consigliato ad amici e parenti. 305629_393414800735226_23855037_nChiara (14-09-2014 IBS) Anche se non amo il genere, su consiglio di mia figlia ho letto Pantheos, i sigilli e Pantheos, l’extra senso. Ora non vedo l’ora di leggere la fine della trilogia. Veramente bello! Complimenti! 

coertinaSerena (12/09/2014 email al sito) […] Pochi minuti fa ho finito il libro, so che non sono nessuno per far commenti ma ho la possibilità di farli. Il libro in generale mi è piaciuto molto, è proprio una di quelle storie che ha dei colpi di scena ma non lascia con l’ansia addosso che, a gusto personale, è orrenda e di conseguenza apprezzo molto questo dettaglio. Inoltre voglio farti i miei più sinceri complimenti delle personificazioni in prosa con le quali hai descritto il vento, le radici ecc.. Amo anche come hai trasmesso l’amore che Sam prova per Sol, molto adolescenziale, quindi molto vicino alla mia età che ormai molti autori non riescono più a dare. […] 

coertinaLucrezia (01-09-2014, da Pagina Facebook) Che dire del nuovo romanzo “Il Profanatore di Mondi”??? Semplicemente fantastico come del resto lo sono anche i primi due libri della saga Pantheos….L’ho davvero divorato, utilizzando ogni secondo di tempo libero, avida di sapere…. Avvincente,coinvolgente,ricco di suspance e colpi di scena.. La storia mi ha davvero entusiasmato e stupito… Dopo aver letto i primi 2 capitoli di Pantheos, questa è un’ulteriore conferma delle grandi capacitá, dell’intelligenza e delle innate doti di scrittrice dell’autrice… Non vedo l’ora di leggere i prossimi successi… 

415rAEkWSOL._AA258_PIkin4,BottomRight,-43,22_AA280_SH20_OU29_Laura (29-04-2014, da IBS) Ho scelto questo libro per caso, ma appena ho iniziato a leggerlo mi ha subito coinvolta. L’ho letto tutto d’un fiato. Lo consiglio vivamente!!!

415rAEkWSOL._AA258_PIkin4,BottomRight,-43,22_AA280_SH20_OU29_Natale Di Blasi (29-04-2014 da IBS) Compro questo libro dietro consiglio di un’amica… comincio un sabato pomeriggio e dopo una settimana finisco di leggerlo; contatto l’autrice per degli scambi di opinione e sentenzio questo romanzo come INCANTEVOLE. Da leggere assolutamente, consigliato a tutti!
415rAEkWSOL._AA258_PIkin4,BottomRight,-43,22_AA280_SH20_OU29_Armida (03/01/2014 da IBS) Una sola parola: FANTASTICO!!! L’ho divorato!!! Bello appassionante coinvolgente e poi il finale lascia senza fiato. Mi ha suscitato davvero molte emozioni e mi sono sentita coinvolta nella storia. Veramente bello. Nn vedo l’ora di leggere il terzo. Nel frattempo ho deciso ke mi rileggo il primo!!!

415rAEkWSOL._AA258_PIkin4,BottomRight,-43,22_AA280_SH20_OU29_Denisa (2013 da YOUTUBE) Merita di essere letto…non è un libro qualunque, ma per chi è stanco delle solite trame qua trova la diversità .. è ben descritto in ogni particolare. A me è piaciuto molto e sto aspettando il seguito. 

415rAEkWSOL._AA258_PIkin4,BottomRight,-43,22_AA280_SH20_OU29_

Francy84 (22/10/2012 da UNILIBRO) Romanticamente noir … Una storia d’amore alla Tim Burton, è quello che mi viene da dire … Fuori dal comune, per via dell’ambientazione e dei personaggi, alquanto originali. Consigliato a chi, come me, ama il mistero, l’occulto e tutto ciò che è nero.

415rAEkWSOL._AA258_PIkin4,BottomRight,-43,22_AA280_SH20_OU29_MariaNob (20/10/2012 da UNILIBRO) Eccitante … Un romanzo intrigante sin dalle prime righe!!! L’alternarsi di epoche, in un contesto fantasy fuori dagli schemi è sorprendente, originale e coinvolgente!!! La lettura è scorrevole e piacevole. Non annoia, anzi! E’ un’attesa continua e ricca di colpi di scena. Consigliatissimo! 

415rAEkWSOL._AA258_PIkin4,BottomRight,-43,22_AA280_SH20_OU29_Ily (02/07/2012 da UNILIBRO) Saga? E Saga sia! Leggetelo, leggetelo, leggetelo! Autori (italiani!!!) come questi vanno valorizzati. Se la pubblicazione del secondo capitolo è strettamente legata (immagino) alla buona riuscita del primo … aiutiamo Angela Gagliano! Bello, proprio bello, complimenti! 

415rAEkWSOL._AA258_PIkin4,BottomRight,-43,22_AA280_SH20_OU29_

trixed (24/11/2011da UNILIBRO) Se avessi più tempo lo avrei letto in un solo giorno! E’ una storia che entusiasma, non può essere altrimenti!
415rAEkWSOL._AA258_PIkin4,BottomRight,-43,22_AA280_SH20_OU29_Giovanna (16/11/2011 da UNILIBRO) Una storia epica, dai toni solenni. L’eterna lotta tra il bene e il male, in un intreccio da lasciare senza fiato sino all’ultima riga. Una premessa che è già un successo!