Mi si è appena spezzata un’unghia e vuoi parlarmi di… libri?

Si sente dire spesso quanto ci sia da imparare dai bambini e ne ho avuto prova, durante il mio intervento al concerto della tribute band al cantante fiorentino Marco Masini.

Quando parli a un bambino, qualsiasi cosa tu stia dicendo, che comprenda o meno, condivida o non, lui ascolta, in silenzio. Alla fine, sceglie, se conservare il messaggio o voltarti le spalle. E’ l’istinto incondizionato dei piccoli.

400_F_18126780_kTCXnDNUNFOsAh6q07JZr7ZTBz3Gl3sL

Mentre il mio caro amico, Malcom Raffaello -voce della tribute band Il niente– apre la serata e avvia la proiezione dei booktrailer del romanzo, c’è chi si lamenta del cibo, troppo freddo, troppo caldo, chi si dispera per un’unghia spezzata, chi decide che -proprio quello!- è il frangente ideale per ridurre il tempo che gli resta a questo mondo e fumare una sigaretta, chi -da non credere- mi picchietta sulla spalla per dirmi “puoi dire in cucina che voglio da mangiare e… dei coltelli, grazie!” -Chissà come reagirà mamma, quando le dirò che il suo grazioso tubino elegante e’ stato scambiato per una grembiule.- Sono certa che l’ospite affamata non abbia compreso quanto la mia umiltà nel soddisfare le richieste servisse a sottolineare le sue mancanze.

I minuti scorrono, le luci sono spente, la proiezione prosegue senza pubblico, la band freme d’impazienza, siamo in ritardo.

Mi trema la voce, quando inizio a parlare, emozione, poca, amarezza, tanta. In prima fila un ospite si accascia, inscenando un colpo di sonno. Mani si agitano, così come i culi sulle sedie. “Stringi, stringi, non c’è tempo”, la mia abitudine a parafrasare mi porta a tradurre in:  “…non gliene frega a nessuno”.

La serata procede in salita. La band occupa il palco e il pubblico mostra grande entusiasmo. Il mio timore, che qualcuno lobotomizzasse i clienti all’ingresso, sfuma.

Resto fino alla fine, perché la band merita davvero, perché Malcom Raffaello è un amico e un sostenitore, perché Rio Palmieri -chitarrista- del gruppo- ha chiesto di avere due copie dei miei romanzi e perché così deve essere: fino alla fine, che sia un fiasco o un successo.

E nonostante tutto la mia partecipazione non è così terribile. Lo capisco quando Cristina Colangelo -compositrice e cantautrice- viene a stringermi la mano, augurandomi buona fortuna, così come Francesco – Cooperativa autori, Ricky Guglielmi –Ass. Nazionale Cantanti– e Lina -titolare del SoleLunaClub-.

A loro e a chi ha scelto d’andare via, dopo aver ascoltato, un grazie di tutto cuore, per aver conservato l’incondizionata educazione dei bambini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.